Valentino Rossi è ormai al centro di una vera e propria bufera mediatica. Quel presunto calcio che il Dottore avrebbe sferrato a Marc Marquez al Gp di Malesia, è costato caro. Sì perché Rossi, a causa di una sanzione, sarà costretto a partire dall’ultimo posto nel Gp di Valencia, dove si giocherà il titolo mondiale con Jorge Lorenzo.

Proprio in questi ultimi giorni, l’Italia era rimasta con il fiato sospeso. Valentino, che in un primo momento aveva sostenuto di non essere sicuro di voler andare a correre in Spagna, è tornato sui suoi passi e ha deciso di andare avanti a testa alta. Le sue intenzioni trapelano da una dichiarazione lanciata su Twitter: “Grazie a tutti per il fantastico supporto. Da oggi si lavora per Valencia”.

Ma se è vero che sono in tanti ad essersi scagliati contro Rossi, è vero anche che sono molte le persone che invece si sono schierate a suo favore. Uno dei giudici di gara, Javier Alonso, avrebbe dichiarato, secondo quanto riportato nei principali quotidiani italiani, che è “Marquez ad aver portato la situazione al limite e che, dalle immagini viste, afferriamo solo che Valentino allarga la traiettoria per cercare di spingere Marquez fuori pista, Marc allora gira la sua moto verso quella di Valentino, ed è a quel punto che Rossi si muove; ma non è un calcio.” Alonso avrebbe anche smentito gli insulti rivolti dal campione italiano al collega catalano.

Nel frattempo, in rete, continua a circolare il video dello “scontro”. Per alcuni sarebbe stato Marquez a provocare la reazione di Rossi, a colpire per primo con una testata. Su questo l’opinione pubblica continua a dividersi.

Per fortuna, ciò che è accaduto non ha determinato l’uscita di scena di Vale. Il Dottore è pronto a ripartire e ad affrontare un’altra grande prova. Prossima imperdibile tappa: Valencia.