Legge 104, esenzione bollo auto con auto usata, quando si può richiederlo

Legge 104 cosa agevola?

La legge 104 consente ai titolari di disabilità grave una serie di esenzioni ed agevolazioni. Le principali agevolazioni fanno riferimento all’esenzione del bollo auto sia di auto nuove che di auto usate, agevolazioni IVA per acquisto di dotazioni mediche, agevolazioni IVA sull’acquisto di un’automobile e così via.

Nello specifico l’esenzione del bollo auto può essere direttamente usufruita sia dei titolari delle legge 104 che dei familiari che hanno a carico il disabile.

Operativamente per poter ottenere l’esenzione del bollo auto sarà indispensabile presentare una serie di documenti attestanti la patologia e la gravità dell’handicap che sono generalmente attestati da apposita certificazione da parte dell’Inps.

Esenzione bollo auto e tipologie di handicap

Le categorie di handicap che danno diritto all’esenzione del bollo sono i non vedenti ed i sordi, i portatori di grave handicap quali i minorati psichici e mentali, i portatori di handicap con limitate capacità di deambulazione e le persone con ridotte capacità motorie. Nella prima categoria il proprietario del mezzo è generalmente il familiare del portatore di handicap che lo ha fiscalmente a carico.

Quest’ultimo avrà l’onere di presentare apposita domanda, corredata della documentazione attestante la condizione del non vedente o del sordo, direttamente all’Agenzia delle Entrate o in alcune regioni direttamente all’Aci nei 90 giorni che precedono la scadenza del bollo.

I portatori di handicap grave quali i minorati psichici e menatali sono invece stati riconosciuti tali a seguito apposito iter da attivare direttamente tramite Patronato presso l’Inps.

L’iter si conclude con la verbalizzazione da parte della Commissione medica della ASL attestante il grado di handicap.

La stessa documentazione viene rilasciata anche in caso di handicap per limitare capacità di deambulazione mentre per i portatori di handicap con ridotte capacità motorie è necessario un certificato che attesti la condizione rilasciato da commissioni mediche pubbliche.

Acquisto auto legge 104

I disabili portatori della legge 104 che vogliano acquistare un’auto nuova oppure usata presso una concessionaria di auto, non da un privato, possono usufruire dell’Iva al 4% anziché al 22%. La normativa vigente in materia pone però il limite sulla cilindrata del veicolo che è di 2000 di cilindrata per i veicoli a benzina e di 2800 di cilindrata per quelli a diesel ed il limite sul possesso del bene che deve essere minimo di 2 anni. In caso di vendita anticipata dovrà essere versata l’Iva risparmiata.

L’Iva è ridotta anche per le riparazioni e per i pezzi di ricambio del veicolo. Oltre al vantaggio sull’Iva, i portatori di handicap o i suoi familiari, potranno usufruire di una detrazione Irpef del 19% del costo del mezzo acquistato riconosciuto direttamente in sede di dichiarazione dei redditi.

L’agevolazione può essere richiesta ogni 4 anni ed il limite massimo detraibile è di circa 18.075 euro.

Ad esclusione dei veicoli per i non vedenti e per i sordi, l’acquisto di un auto per i portatori di handicap legge 104 è dal pagamento dell’imposta di trascrizione al Pra. In caso di auto usata invece l’esenzione si estende al passaggio di proprietà.

Vendita di un veicolo legge 104

Nel caso in cui siano decorsi 4 anni dall’acquisto di un auto con le agevolazioni della legge 104, sarà possibile rivendere l’auto ed usufruire degli vantaggi fiscali. Generalmente l’auto acquistata per un portatore di handicap ha una particolare dotazione che agevoli il trasporto dei disabili.

Per poter agevolare sia l’acquisto che la vendita è bene affidarsi a concessionarie di auto che ci agevolino nel compito. Sicuramente il concessionario di auto acquista il mezzo più rapidamente rispetto al privato ed è una garanzia di professionalità ed affidabilità.

Differenti sono i servizi aggiuntivi che il concessionario di auto può mettere a disposizione verso i suo potenziali clienti siano questi acquirenti o venditori.

Tra i tanti servizi spiccano la valutazione del mezzo, la perizia gratuita dello stesso, il disbrigo delle pratiche burocratiche senza problemi ed il pagamento sicuro e tracciato.

I servizi sono validi per i veicoli a 4 ruote che per le moto.

E’ bene inoltre non dimenticare che le concessionarie di auto e moto hanno generalmente al loro interno un reparto dedicato alla riparazione dei veicoli. Questo gli consente di poter fare delle proposte di acquisto, rispetto a quelle di un privato, con quotazioni più vantaggiose per il venditore.

Le auto usate più vendute con oltre 20 anni di età
MESSAGGIO PRECEDENTE
Legge 104, esenzione bollo auto con auto usata, quando si può richiederlo
PROSSIMO POST

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati come*